#COMUNICAZIONE A COSTO ZERO!

foto-1

Pochi giorni fa essendo in vacanza nella fantastica #Sicilia, su invito di un parente che voleva un parere sull’acquisto di un nuovo SMARTPHONE, ci recavamo presso la catena #EURONICS che riportava un volantino molto invitante e molto accattivante nei COLORI e nella GRAFICA, con una proposta a dir poco “INDECENTE” per l’acquisto di un “#Iphone4S 16 Gb” a 249,00 euro!
Recandoci sul posto ed essendo un po’ esperto di queste strategie a basso costo, le strade che si potevano presentare erano 3:
1) Che il telefono era andato in ESAURIMENTO…(“Proposta valida ai primi 30 CLIENTI, che si presenteranno in negozio…COMMESSI inclusi”)
2) Che il prezzo era errato a causa di un ERRORE di STAMPA.
3) Che il prezzo era giusto ma non era più un #IPhone16Gb ma si era trasformato in un #IPhone8Gb, sempre a causa di un errore di stampa.
BENE…si era materializzata l’ipotesi numero 3.
Intanto premesso, ERRORE o non ERRORE, il negozio #Euronics alle 10.00 del mattino aveva il reparto smartphone pieno di cuoriosi e di PROPABILI e PAPABILI acquirenti
 (alla faccia della crisi e degli #ottantaeuro).
Gli effetti che si potevano materializzare A SUA VOLTA erano ULTERIORMENTE 2:
1) Che mandassimo tutti a quel paese….e sicuramente qualcuno lo avrà anche fatto.
2) Che invece di arrabbiarci avremmo trovato un’alternativa…infatti controllando e verificando e facendoncene una ragione (sostanzialmente CANTANDOCELA e SUONANDOCELA), abbiamo pensato che l’acquisto di un IPhone8Gb a un prezzo irripetibile sarebbe stato un insulto, in termini di operatività e di utilizzo e così abbiamo pensato di acquistare un #iPhone5 a 499,00 euro (ma il 6 settembre uscirà l’iPhone 6, dopo che sono già usciti l’#IPhone5C e #IPhone5S).
WOW!
 Il gioco e’ fatto….ti ho portato a “CASA MIA”, ti ho invitato a mangiare OSTRICHE e CHAMPAGNE a 100,00 euro a CRANIO, ma una volta “arrivati al
 RISTORANTE” ti possiamo solo dare 1/2 porzione di ostriche e uno champagnino da 1/4 a 150,00 euro!
FANTASTICO mi hai preso per il…
(lascio a Voi eventuali considerazioni).
“Nel frattempo ci siamo scusati per l’errore”…ma abbiamo creato,traffico,visibilità e soprattutto abbiamo VENDUTO!
“COMUNICAZIONE A COSTO ZERO!”
Non avrei raccontato questo anedoto se non fosse che da qualche giorno, la catena di negozi ZARA, non avesse “EFFETTUATO” il medesimo ERRORE…magari con un po’ di “SADISMO e CATTIVO GUSTO”…ma nella comunicazione convenzionale vige una regola sacrosanta:
“Nel bene o nel male l’importante che se ne parli”
DI COSA STIAMO PARLANDO?
Del #Pigiama messo in vendita sullo STORE di #ZARA che ricorda i deportati nella linea #ZaraBimbo.
Pensate che sia stato un ERRORE? Parliamone.
Un’azienda organizzata come ZARA, che sforna 10000 prodotti l’anno, ove ci saranno almeno 100 persone dedite al marketing…sono cose da non crederci.
Quindi se parliamo di #Brand #Awareness, o della NOTORIETÀ’ di un #marchio, probabilmente e’ stato un ERRORE VOLUTO,da qualche astuto stratega, sicuramente e’ stato messo in conto di PERDERE o AUMENTARE (dipende dai punti di vista) un po’ di visibilità sia su #Facebook che su #Twitter…anche perché nonostante TUTTO, il PIGIAMA dei DEPORTATI di ZARA BIMBO, avrà fatto SICURAMENTE delle VENDITE.
Secondo, agli occhi del consumatore, un errore di poco conto di cui molti non se ne saranno neanche accorti, passerà come una grande azienda che ha svenduto un po’ della sua immagine in cambio di una piccola GAFFE con una “COMUNICAZIONE A COSTO ZERO!”che fra qualche giorno nessuno ricorderà più!
#pubblicitaacostozero #comunicazioneacostozero